Torna alla Home Page
  • Quelli che si innamoran di pratica sanza scienzia, son come 'l nocchier, ch'entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada

    Leonardo da Vinci

  • Obbedire a natura in tutto è il meglio

    Francesco Petrarca

  • Ogni libro e' un giardino. Beato colui che lo sa piantare e fortunato colui che taglia le sue rose per darle in pasto alla sua anima!...

    Federico Garcia Lorca

  • La città è un luogo dove si puó trovare una cosa mentre se ne cerca un'altra

    Ulf Hannerz, La complessità culturale, Bologna, 1998

  • Un uomo fa quello che e' suo dovere fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. Questa e' la base di tutta la moralita' umana

    J.F.Kennedy

  • L'urbanista è come un chirurgo, se quest'ultimo per sbaglio incide o taglia un organo che non doveva, potrà anche riparare l'errore ma l'organo rimarrà comunque lesionato. Se invece si sbaglia un edificio al limite si potrà anche demolirlo e rifarlo ex novo, ma buttare a terra una città per rifarla daccapo non so proprio se è possibile

    Luigi Piccinato, architetto

  • Non ho paura delle parole dei violenti; mi preoccupa molto il silenzio degli onesti

    Martin Luther King

  • I paesi ricchi, che sovvenzionano la loro agricoltura a un ritmo di un miliardo di dollari al giorno, proibiscono le sovvenzioni all'agricoltura nei paesi poveri. Raccolto record sulle rive del fiume Mississippi: il cotone nordamericano innonda il mercato mondiale e fa precipitare i prezzi. Raccolto record sulle rive del fiume Niger: il cotone africano rende cosi' poco che non vale nemmeno la pena di raccoglierlo

    Eduardo Galeano, Il pianeta dei paradossi

  • You don't need a weatherman to know which way the wind blows
    [Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte tira il vento]

    Bob Dylan, da Subterranean Homesick Blues nell'album Bringing it all back Home 1965

  • «Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell'ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell'indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto nazionale lordo (Pil). Il Pil comprende anche l'inquinamento dell'aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana»

    Bob Kennedy

REGOLAMENTO EDILIZIO ECOSOSTENIBILE

AREA:  Progettazione sostenibile


Schema grafico di relazione tra soleggiamento e volume
Schema grafico di relazione tra soleggiamento e volume

Schemi di sistemi di controllo solare
Schemi di sistemi di controllo solare

Schemi di sistemi di controllo solare
Schemi di sistemi di controllo solare

Cos'è il Regolamento edilizio ecosostenibile
Il Regolamento edilizio ecosostenibile è la versione moderna, responsabile e innovativa del vecchio regolamento edilizio comunale.

Presupposti per una elaborazione consapevole
Il 30% dei consumi energetici complessivi nel nostro Paese dipendono dal settore residenziale. è evidente che intervenire per favorire un uso efficiente dell'energia e valorizzare le fonti energetiche rinnovabili e assimilate negli edifici, nelle nuove edificazioni e nelle stesse ristrutturazioni, significa contribuire in misura consistente alla riduzione delle pressioni esercitate dall'uomo sull'ambiente. Conseguentemente i Comuni sono chiamati a dotarsi di un nuovo Regolamento Edilizio volto alla risoluzione delle problematiche derivanti dall'applicazione della Direttiva 2002/91/CE e sue successive modifiche e integrazioni (D. Lgs. 311/2006; L. 296/2006, L. 244/2007, D. Lgs. 115/2008), nonchè dall'applicazione della legislazione regionale vigente in materia - con riferimento sia al patrimonio edilizio esistente che al nuovo - le quali disposizioni non trovano riscontro nei vigenti strumenti urbanistici e regolamentari comunali.

Specificità e caratterizzazione dell'approccio
Il Regolamento edilizio ecosostenibile proposto da iperPIANO non è da intendersi come un mero adeguamento alle indicazioni legislative e regolamentari emanate dalle varie Regioni ma piuttosto come occasione di sensibilizzazione e di informazione/formazione, della cittadinanza, in generale, e degli "addetti ai lavori", in particolare, sulle tecniche e le tecnologie ad oggi disponibili per costruire in maniera sostenibile, rispondendo ad una domanda crescente di "ambiente" della Comunità locale. L'approccio "sostenibile" sottende, infatti, l'introduzione di cambiamento culturale, prima, nelle prassi e nei comportamenti, in seguito, obbligando i diversi operatori del processo edilizio ad acquisire linguaggi e strumenti che consentano di dialogare, operare, prendere decisioni in maniera realmente integrata, multidisciplinare e modulabile.

Politiche di incentivazione collegate
In risposta ai principi:
  • "indirizzare di più, reprimere di meno" (steer more, row less);
  • delegare autorità e responsabilità;
  • accompagnare l'assimilazione delle regole attraverso incentivi.

IperPIANO intende costruire un percorso di accompagnamento del Regolamento edilizio ecosostenibile, supportato da idonei strumenti di incentivazione e di premialità per tutti quei soggetti che dimostreranno di utilizzare al meglio le relative norme e i consigli. Ciò potrà avvenire sia attraverso un'eventuale revisione dei meccanismi di fiscalità locale che per mezzo di forme di convenzionamento con banche e istituti di credito finalizzati a supportare gli investimenti privati tramite idonei strumenti finanziari.
 

 




iperPIANO - Ecosistema di soluzioni e innovazioni per il governo del territorio e della città
© iperPIANO - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia parziale o totale dei contenuti (testi,immagini,video) - credits