Torna alla Home Page
  • Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine

    Kahlil Gibran (1883-1931)

  • Ho chiuso gli occhi per vedere

    Paul Gauguin

  • L'idea coloniale di concedere per legge lo sfruttamento della terra, della nostra Pachamama (Madre terra), è un'idea datata. Nessun uomo puó sfruttare la terra, ma solo accudirla. Smettiamo di parlare solo di risorse e iniziamo a parlare di vita

    Roberto Espinosa, portavoce del Coordinamento Andino delle Organizzazioni Indigene

  • When we try to pick out anything by itself, we find it hitched to everything else in the universe.'
    [Quando proviamo a tirare via qualcosa per se stessa ci rendiamo conto che era attaccata a qualcos'altro nell'universo]

    John Muir (1838-1914)

  • Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato quando l'ultimo albero sarà abbattuto quando l'ultimo animale sarà ucciso solo allora capirete che il denaro non si mangia

    Profezia Creek

  • ...dobbiamo essere riconoscenti a quelle citta' per la lodevole discrezione che dimostrano, lasciando le rive del fiume ai boschi, ai prati e ai giardini

    Jerome Klapka Jerome, Tre uomini in barca (per tacer del cane) [1889]

  • Non siamo forse veri e propri analfabeti nella lingua e nell'arte necessarie per creare, tessere e conservare liberamente connessioni e legami?

    Ulrich Beck

  • ...se poi si scavasse in un terreno duro, oppure non si trovasse a qualunque profondita' vena d'acqua, allora debbonsi raccoglier le acque, o dai tetti, o da altri luoghi alti, nelle cisterne con lastrico di smalto. ..... Codeste conserve d'acqua, ove si costruiscano duplicate o triplicate, in modo che dall'una all'altra si possano tramutare colando le acque, ne renderanno assai piu' salubre l'uso; imperocche' se vi e' un luogo al fondo ove depositi il fango, rimarra' piu' limpida l'acqua, e senza odore, e conservera' il suo natural sapore

    Vitruvio, De Architettura

  • Che straordinario dono sono gli alberi e quante cose potremmo imparare da loro, se solo sapessimo guardarli, vederli, prestare loro l'amore e l'attenzione che si presta agli amici

    Susanna Tamaro, Cara Mathilde (1997)

  • Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. Ma non è facile starci tranquillo

    Cesare Pavese, La luna e i faló (Einaudi 1950)

MONITORAGGIO SENZA FILI DEL TERRITORIO

AREA:  Progettazione ambientale e del paesaggio


Un dispositivo di rilevazione degli incendi, mimetizzato in una simpatica casetta per uccelli
Un dispositivo di rilevazione degli incendi, mimetizzato in una simpatica casetta per uccelli

Installazione fissa basata su impianto non intrusivo nell'albero, questa soluzione garantisce la totale invisibilità della sentinella
Installazione fissa basata su impianto non intrusivo nell'albero, questa soluzione garantisce la totale invisibilità della sentinella

Il dispositivo di rilevazione dei movimenti del terreno
Il dispositivo di rilevazione dei movimenti del terreno

Le dimensioni di un sensore confrontate con una monetina da 1 eurocent
Le dimensioni di un sensore confrontate con una monetina da 1 eurocent

Cos'è il Monitoraggio senza fili del Territorio
è un moderno sistema di sensori elettronici senza fili collegati ad una piattaforma modulare in grado di rilevare parametri ambientali e territoriali e di comunicarli in tempo reale. Più semplicemente può internarsi come Internet della Natura che permette di avere sotto controllo lo stato di salute del territorio, come strumento di integrato di protezione civile e tutela del suolo.

Dove si può applicare
Il monitoraggio senza fili può essere applicato in tutti quei contesti che necessitano di una risposta rapida. Nel dettaglio si possono monitorare:
  • incendi boschivi;
  • alluvioni;
  • frane;
  • valanghe;
  • umidità del terreno;
  • fattori di tracciabilità agroalimentare.

L'applicazione avviene tramite sensori posizionati sul territorio. Le applicazioni della piattaforma possono essere molteplici e si possono adeguare ad ogni esigenza.

Come funziona
Vengono posizionati nel territorio dei sensori auto-alimentati preposti alla rilevazione della situazione anomala di allarme. Una volta verificatosi l'evento (per esempio incendio boschivo) danno comunicazione a una centralina in campo che invia a sua volta l'allarme ai responsabili delle situazioni di emergenza sotto forma di sms, telefonata e email. Dal software centrale è possibile configurare i parametri di ogni modulo.

I caratteri salienti
La piattaforma di monitoraggio senza fili consente di controllare l'ambiente e il territorio, e presenta le seguenti caratteristiche:

  • basso costo;
  • alta affidabilità;
  • a risposta rapida;
  • a bassi consumi;
  • georeferenziata;
  • flessibile;
  • uniforme.



iperPIANO - Ecosistema di soluzioni e innovazioni per il governo del territorio e della città
© iperPIANO - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia parziale o totale dei contenuti (testi,immagini,video) - credits