Torna alla Home Page
  • Il mondo che abbiamo creato oggi ha problemi che non possono essere risolti con lo stesso modo di pensare con cui li abbiamo creati

    Albert Einstein

  • L'urbanista è come un chirurgo, se quest'ultimo per sbaglio incide o taglia un organo che non doveva, potrà anche riparare l'errore ma l'organo rimarrà comunque lesionato. Se invece si sbaglia un edificio al limite si potrà anche demolirlo e rifarlo ex novo, ma buttare a terra una città per rifarla daccapo non so proprio se è possibile

    Luigi Piccinato, architetto

  • Le cose sono unite da legami invisibili: non si puo' cogliere un fiore senza turbare una stella

    Albert Einstein, Ideas an opinions (Modern Library, New York 1957, Schwarz)

  • Scopo della scienza non è tanto quello di aprire le porte all'infinito sapere, quanto quello di porre una barriera all'infinita ignoranza

    Bertolt Brecht

  • L'importante è non smettere di far domande. La curiosità ha le sue ragioni di esistere

    Albert Einstein

  • Il senso di stupore, la curiosità e il fascino delle stagioni che solo il mondo delle piante puó infondere in un giovane è una cosa che ti segna per tutta la vita e non ti lascia mai più

    Paul Lauterbur, Premio Nobel 2003 per la Medicina

  • L' energia del carbone è uno stock, quella solare è un flusso: si arriverà al momento in cui per estrarre carbone occorrerà più energia di quella contenuta nel carbone da estrarre

    Antonio Cederna

  • Un solo raggio di sole è sufficiente per allontanare molte ombre

    Francesco da Assisi

  • «Il Pil mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle (...). Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, comprende anche la ricerca per migliorare la disseminazione della peste bubbonica, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari.»

    Bob Kennedy

  • Non ho paura delle parole dei violenti; mi preoccupa molto il silenzio degli onesti

    Martin Luther King

LABORATORIO DI QUARTIERE

AREA:  Pianificazione territoriale e riqualificazione urbana


Uno schizzo progettuale
Uno schizzo progettuale

Una riunione con amministratori e cittadini
Una riunione con amministratori e cittadini

Raccolta di immagini storiche di storia industriale
Raccolta di immagini storiche di storia industriale

Ricerche d'archivio di storia urbana
Ricerche d'archivio di storia urbana

Cos'è il Laboratorio di Quartiere
E' un'esperienza di pianificazione e progettazione urbana da condividere con la popolazione, come strumento adattabile e implementabile nel tempo a servizio del territorio e della comunità che lo abita.

Dove si può applicare
Attraverso il Laboratorio di Quartiere si possono affrontare con successo problematiche complesse di riqualificazione urbanistica, in ambiti circoscritti quali: centri storici, quartieri urbani o parti di città.

Come funziona
tramite concertazione istituzionale (coordinamento stabile con le autorità locali e gli uffici di riferimento) e soprattutto attraverso meccanismi di effettiva partecipazione. In particolare il Laboratorio di Quartiere:
  • stabilisce relazioni con tutti i portatori di interessi (abitanti, proprietari, inquilini, artigiani, maestranze edili, ecc.);
  • instaura collaborazioni con le scuole professionali di settore e le organizzazioni di categoria;
  • sviluppa momenti di confronto acquisendo idee e contributi tecnici e creativi, e dimostrare di recepire tali sollecitazioni attraverso successivi adeguamenti dell'elaborazione progettuale.

Gli strumenti

  • Una sede "aperta" e "a contatto" con la popolazione locale;
  • "Cantieri diagnostici" per analizzare e sperimentare tecniche, materiali e attrezzature;
  • Utilizzo di sistemi informativi territoriali (sit o gis);
  • Comunicare il progetto tramite un plastico e/o la modellazione 3D;
  • Facilitazione della comprensione del progetto;
  • Comunicazione anche tramite web

Gli obiettivi

  • Innescare azioni e processi di sviluppo socio-economico;
  • Promuovere la riqualificazione urbana, ovvero l'insieme delle proposte per ridare qualità allo spazio pubblico;
  • Riaffermare la prassi di una corretta manutenzione edilizia;
  • Stimolare nuove pratiche in materia di sostenibilità ambientale ed energetica;
  • Stimolare la crescita dell'occupazione qualificata

I risultati

  • Facilitare l'accesso ai finanziamenti pubblici;
  • Stimolare gli investimenti privati;
  • Elaborazione di linee guida tecnico-pratiche in grado di semplificare le procedure;
  • Razionalizzazione del lavoro degli uffici tecnici;
  • Facilitazione delle comprensione delle opportunità da parte di proprietari di casa ed inquilini;
  • Favorire il rinnovamento dei piani urbanistici e dei piani di settore;
  • Dotarsi di strumenti di promozione della qualità urbana (pavimentazione, illuminazione, segnaletica, vetrine.ecc.)

I tempi
Anche in più fasi. Indicativamente 10-15 mesi

La struttura tecnica
è snella e molto operativa. E' composta indicativamente da: una direzione e coordinamento; un ufficio di missione locale composto da giovani architetti e ingegneri; gruppo di esperti nei vari settori di intervento (cartografia, mobilità e trasporti, sociologia, economia, comunicazione, ecc.).




iperPIANO - Ecosistema di soluzioni e innovazioni per il governo del territorio e della città
© iperPIANO - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia parziale o totale dei contenuti (testi,immagini,video) - credits