Torna alla Home Page
  • Che belle parole se si potesse scrivere con un raggio di sole. Che parole d'argento se si potesse scrivere con un filo di vento

    Gianni Rodari, Calamaio

  • 'La forma segue la funzione': è un fraintendimento. Forma e funzione dovrebbero essere una cosa sola, congiunte in unione spirituale

    Frank Lloyd Wright

  • Una regione in cui una foresta primitiva affondi le proprie radici nel materiale decomposto di un'altra foresta primitiva è un territorio che favorisce non soltanto la fioritura di grano e patate, ma anche di poeti e di filosofi per le generazioni a venire

    Henry David Thoreau, Walking - Camminare (1851)

  • Se fossimo soli l'immensità sarebbe davvero uno spreco

    Isaac Asimov

  • Io sono molto amico delle acque: esse fanno bene al mio spirito

    Gian Lorenzo Bernini (Napoli, 1598 - Roma, 1680)

  • Spazio, luce, ordine. Sono cose di cui gli uomini hanno bisogno, come hanno bisogno di pane o di un posto per dormire

    Le Corbusier

  • Il territorio è un'opera d'arte, forse la più alta, la più corale che l'umanità abbia espresso; un'opera che prende forma attraverso il dialogo di entità viventi - l'uomo, la natura- nel tempo lungo della storia

    Alberto Magnaghi

  • «Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell'ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell'indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto nazionale lordo (Pil). Il Pil comprende anche l'inquinamento dell'aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana»

    Bob Kennedy

  • C'è un ruolo e una funzione per la bellezza nel nostro tempo

    Tadao Ando

  • L'unico consiglio che mi sento di dare - e che regolarmente do -ai giovani è questo: combattete per quello in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Ma solo una potrete vincerne. Quella che s'ingaggia ogni mattina, davanti allo specchio

    Indro Montanelli, Soltanto un giornalista

L'Orso d'Oro di Berlino a 'Cesare deve morire' dei fratelli Taviani è molto di più che un successo cinematografico

inserito Martedì 21, Febbraio 2012 da Roberto TOGNETTI

()

Il meraviglioso contrasto tra la vittoria del film Cesare deve morire dell'Orso d'Oro di Berlino con il fatto che la produzione è avvenuta tra difficoltà di ogni tipo, getta una luce speciale a questa ennesima impresa di Paolo e Vittorio Taviani e conferisce al film un valore ancora più prezioso, anche rispetto al fatto, già eclatante in sé, che siano stati i carcerati di Rebibbia a interpretarlo. È senz'altro un evento da ricordare e celebrare con un significato particolare per la cultura italiana, un risultato da ascrivere alla lunga lista delle missioni impossibili che si realizzano nonostante tutto, quindi in tal senso, possiamo considerarlo molto di più che un successo della nostra cinematografia.


Spiace solo constatare come sia difficile fare analoghe imprese in altri settori, come per esempio quelli della progettazione urbana e territoriale in cui opera iperPIANO, dove sempre di più i condizionamenti del mercato, le rigidità normative o procedurali, le confuse o mediocri volontà della committenza, non permettono il verificarsi di risultati di analoga portata. Certo non si puó generalizzare, ma è paradossale che alla fine sia più facile produrre un film così particolare e non si riesca a innescare un diffuso processo di rinnovamento qualitativo delle nostre città che sia degno delle capacità e delle ambizioni delle nuove generazioni e di una nuova visione del mondo.

Lascia un commento

Nome
E-mail
Il tuo commento
Digita il Codice di sicurezza :    Codice di sicurezza
   

  
 
Beau Lotto: Le illusioni ottiche ci mostrano come vediamo
Beau Lotto: Le illusioni ottiche ci mostrano come vediamo
I giochi di colore di Beau Lotto confondono la tua visione ma, allo stesso tempo, pongono sotto i riflettori ció che normalmente non riusciamo a vedere: il funzionamento del nostro cervello. Questo divertente e diretto sguardo a quanto sia versatile la nostra visione, rivela come l'evoluzione tinga la percezione di quanto ci circonda.
CONOSCI I MEMBRI DELL'ASSOCIAZIONE
Lucia CASTIGLIONI
nata a Novara (1984), è architetto e attualmente è dottoranda, con borsa di studio, in Progetto e Tecnologie per la Valorizzazione dei Beni Culturali del Dipartimento Building Environment & Science Technology (BEST) del Politecnico di Milano, con una ricerca sulle  ...   
 

Luca VALERIN
Nato a Piove di Sacco nel 1990, nel 2012 consegue, con il massimo dei voti, la laurea triennale in scienze dell'architettura presso l'università IUAV di Venezia dove prosegue gli studi nel corso di laurea magistrali. Attualmente, dopo un'esperienza di un anno  ...   
 

Carlo CIGOLOTTI
Laurea in Architettura conseguita nel 1971 presso il Politecnico di Milano.
Iscritto all'Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori Province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola.
Svolge la professione presso il Servizio Tecnico della Cariplo  ...   
 

Gianpiero OLIVA
perito industriale (Saluzzo - CN 1967); nel 1989 inizia un rapporto di consulenza con 'Adelphon S.p.A.' di Torino, società protagonista e leader sin dagli anni '80 nell'allora natio settore del G.I.S. - Sistemi Informativi Territoriali; con la curiosità e  ...   
 

Fernando STEFANELLI
Dirigente d'azienda e consulente aziendale con esperienza pluriennale maturata nella gestione e direzione aziendale. Consigliere di Amministrazione alla I.FI.M. Istituto Finanziario Meridionale S.p.A. , società che si occupa di intermediazione finanziaria,  ...   
 

iperPIANO - Ecosistema di soluzioni e innovazioni per il governo del territorio e della città
© iperPIANO - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia parziale o totale dei contenuti (testi,immagini,video) - credits