Torna alla Home Page
  • L'antica distinzione tra uomo e natura, tra abitante di città e abitante di campagna, tra greco e barbaro, tra cittadino e forestiero, non vale più: l'intero pianeta e' ormai diventato un villaggio, e di conseguenza il piu' piccolo dei rioni deve essere progettato come un modello funzionale del mondo intero

    Lewis Mumford, La citta' nella storia (1961)

  • You don't need a weatherman to know which way the wind blows
    [Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte tira il vento]

    Bob Dylan, da Subterranean Homesick Blues nell'album Bringing it all back Home 1965

  • Costruire, significa collaborare con la terra, imprimere il segno dell'uomo su un paesaggio che ne resterà modificato per sempre; contribuire inoltre a quella lenta trasformazione che è la vita stessa delle città

    Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano (1951)

  • Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro ancora si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia

    Luis Sepulveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegno' a volare (1996)

  • For trees and for jobs

    In uno striscione di operai nella manifestazione di Seattle, dicembre 1999

  • CERTI che, 'Unita nella diversità', l'Europa offre ai suoi popoli le migliori possibilità di proseguire, nel rispetto dei diritti di ciascuno e nella consapevolezza delle loro responsabilità nei confronti delle generazioni future e della Terra, la grande avventura che fa di essa uno spazio privilegiato della speranza umana

    Preambolo del Trattato che adotta una Costituzione per l'Europa. ottobre 2004

  • Un solo raggio di sole è sufficiente per allontanare molte ombre

    Francesco da Assisi

  • Bisogna barcollare dritti nell'ignoto

    Frank Gehry

  • Ho chiuso gli occhi per vedere

    Paul Gauguin

  • Nessuna quantità di pensiero potrà mai rivelare l'inaspettato

    Arthur Erickson

Certificazioni energetiche: quadro generale

inserito Martedì 19, Giugno 2012 da Luca CARTURAN

()

L’art. 19 del D.lgs 192/2005 riconosce alle Regioni l’autonomia nel regolamentare la normativa di certificazione energetica degli edifici.  Questo ha complicato molto il lavoro dei professionisti ma soprattutto ha portato grandi difficoltà di lettura di tali certificati da parte dell’utenza comune.
Alcune Regioni (tra cui anche il Piemonte) basano il calcolo sulle normative europee e nazionali ma prevedono un modello a sé stante di classificazione, diverso da quello nazionale, altre (come ad esempio la Lombardia) hanno una normativa tecnica propria e metodi di calcolo propri da usare obbligatoriamente.
Queste grandi differenze portano a non avere una chiave di lettura univoca e rendono inconfrontabili edifici diversi, creando confusione sia per i professionisti che redigono gli attestati, ma soprattutto per l’utenza.
La classificazione energetica degli edifici dovrebbe essere uno strumento univoco e trasparente e che garantisca trasparenza immobiliare.
Un quadro generale della Certificazione Energetica degli edifici nelle Regioni italiane è presentata dalla rivista EDILCLIMA 2000 al n. 40.
Per ovviare a queste problematiche, iperPIANO collabora con alcuni Comuni per studiare un metodo di classificazione univoco e strategie di piani di manutenzione e miglioramenti energetici al fine di valutare a 360 gradi il consumo energetico degli edifici e rendere più chiaro il quadro generale.

COLLEGAMENTI ESTERNI...
EDILCLIMA 2000 n. 40

Lascia un commento

Nome
E-mail
Il tuo commento
Digita il Codice di sicurezza :    Codice di sicurezza
   

  
 
Catherine Mohr costruisce in modo verde
Catherine Mohr costruisce in modo verde
Con un talk breve, divertente e completo di dati, Catherine Mohr ci conduce attraveraso tutte le strambe decisioni che ha preso nel costruire una nuova casa 'verde' -- tenendo conto dei veri numeri dell'energia, non gonfiandoli. Quali sono le scelte più importanti? Non quelle che si pensano.
CONOSCI I MEMBRI DELL'ASSOCIAZIONE
Gianpiero OLIVA
perito industriale (Saluzzo - CN 1967); nel 1989 inizia un rapporto di consulenza con 'Adelphon S.p.A.' di Torino, società protagonista e leader sin dagli anni '80 nell'allora natio settore del G.I.S. - Sistemi Informativi Territoriali; con la curiosità e  ...   
 

Lucia CASTIGLIONI
nata a Novara (1984), è architetto e attualmente è dottoranda, con borsa di studio, in Progetto e Tecnologie per la Valorizzazione dei Beni Culturali del Dipartimento Building Environment & Science Technology (BEST) del Politecnico di Milano, con una ricerca sulle  ...   
 

Gabriele CIGOLOTTI
nato a Novara, nel 2008 consegue la Laurea Specialistica in Architettura presso il Politecnico di Milano.
L'anno successivo la sua tesi di laurea viene scelta tra quelle meritorie di comparire all'interno dell'Annuario delle Tesi di Laurea del Politecnico di  ...   
 

Giulia SOLDATI
Nata a Borgomanero nel 1990, si laurea nel 2013 presso la Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano nel Corso di Laurea triennale in Urbanistica, con una tesi dal titolo: 'Milano, è crisi. Puó il PGT costituire un valido strumento per la  ...   
 

Roberto TOGNETTI
nato a Casaleggio Novara, si laurea con lode presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano nel 1986 con Franca Helg. Nel 1987 segue il corso di specializzazione in 'Museografia e Museologia'. Nel periodo 1987-1988 ha insegnato presso il Dipartimento  ...   
 

iperPIANO - Ecosistema di soluzioni e innovazioni per il governo del territorio e della città
© iperPIANO - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia parziale o totale dei contenuti (testi,immagini,video) - credits